Pordenone: progetto “La cultura aiuta a crescere”

PORDENONE – “La cultura aiuta a crescere” titola il cartellone di incontri che nelle prossime settimane farà tappa, quartiere per quartiere, in molte sedi della città di Pordenone: un’iniziativa promossa dall’Amministrazione Comunale e curata da Fondazione Pordenonelegge.it con il sostegno della Presidenza del Consiglio dei Ministri, nell’ambito del progetto i20aPN. Martedì 19 giugno a Borgomeduna (ore 21.30, Sala parrocchiale) il testimone passerà a Moreno Baccichet che ci accompagnerà a investigare “La geografia della vita e le potenzialità del paesaggio”.

Comprendere la realtà geografica e urbanistica dentro la quale si vive è diventato fondamentale, perché è necessario condividere e pianificare il futuro in relazione non solo alla produttività, ma al “consumo” di quelle risorse materiali e immateriali che costituiscono la ricchezza ambientale (naturalistica, storica e culturale). Lo studio del paesaggio, inteso come il risultato di una sedimentazione di segni territoriali, è dunque un valore aggiunto prezioso per la pianificazione e lo sviluppo del territorio. Il cibo stesso è un elemento non secondario nell’evoluzione del paesaggio agrario e determina al tempo stesso l’evoluzione socio-economica del territorio: le interazioni fra agro-alimentare e paesaggio sono molteplici e investono notevoli riflessioni sulla nuova agricoltura “smart” e sugli scenari futuri dell’occupazione nel settore. Moreno Baccichet proprio su questi temi opera da lungo tempo: architetto libero professionista, è docente a contratto di Urbanistica presso l’Università IUAV di Venezia. È stato membro, dal 1992 al 1997, della Commissione Beni ambientali della Regione Friuli Venezia Giulia per la pianificazione territoriale e nel 2003 ha collaborato alla costruzione del nuovo Piano Territoriale Regionale. È impegnato nello studio della storia insediativa del territorio friulano e, in particolare, delle questioni legate alla storia dell’architettura e dell’urbanistica.