UDINE, MUSICA: IL QUARTETTO CHAGALL IN CONCERTO

UDINE – “Musica e pittura: Carnevale notturno di Chagall”: è quest il leitmotiv del concerto conclusivo della rassegna “Classica all’Uccellis” in scena a Udine: martedì 6 marzo, alle 17.30 nella Chiesa di S. Chiara riflettori sul Quartetto Chagall, l’Ensemble che meglio di qualsiasi altro incarna l’imprendibile alchimia artistica che unisce musica e pittura. Paolo Skabar e Matteo Ghione violino, Jacopo Toso viola e Ilsu Güresçi violoncello eseguiranno un programma dedicato a Wolfgang Amadeus Mozart, con il Quartetto in re minore KV 421, e a Ludwig van Beethoven, con il Quartetto in do minore op.18 n.4. L’ingresso è libero e aperto alla città. La rassegna a cura dell’Associazione Chamber Music Trieste, è diretta dalla musicologa Fedra Florit ed è rivolta agli studenti del Liceo Coreutico Uccellis ma al tempo stesso a tutti coloro che amano “l’Ascolto”. Organizzata dall’Istituto scolastico in collaborazione con la Regione Friuli Venezia Giulia, si inserisce nel programma didattico 2017/2018 del Liceo. Il Quartetto Chagall è composto da giovani musicisti originari dell’Italia e della Turchia, conosciutisi nel corso degli studi nella città di Trieste. Provenienti da numerose esperienze in ambito cameristico, i membri del Quartetto Chagall nel 2014 hanno deciso di fondare l’Ensemble, con il preciso intento di approfondire sia il repertorio tradizionale sia composizioni di rara esecuzione, nonché di curare prime esecuzioni assolute, guidati da musicisti quali Andrea Amendola e Pietro Serafin. Apprezzato da critica e pubblico per la grande passionalità e la fusione tra i vari strumenti presenti nelle sue esecuzioni, il Quartetto Chagall ha ottenuto importanti riconoscimenti, come il Golden Award (Primo Premio) e due Premi Speciali al IX Concorso Internazionale di Svirél (Slovenia), il Primo Premio al XXX Concorso “Lilian Caraian” (Trieste) e il titolo di finalisti (3° posto) al Concorso Internazionale “Cameristi dell’Alpe Adria” (Majano-UD, 2016). Si è esibito per importanti festival, stagioni concertistiche ed istituzioni culturali in Italia e all’estero, quali la Società dei Concerti di Parma, il BorGuitar Festival (Borgo Val di Taro, PM), il Festival Kras (Duino-TS) e Gemonaimmagina 2016, collaborando con artisti del calibro di Giampaolo Bandini, Cesare Chiacchiaretta ed Igor Zobin. Il Quartetto ha riscosso notevoli consensi anche per la prima esecuzione di opere originali da parte degli stessi compositori, quali N. Jappelli e C. Chiacchiaretta. Per il futuro sta elaborando progetti che affianchino alla musica classica opere di multivisione. Marc Chagall e il suo dipinto “Il violista blu” (1913) hanno ispirato questi progetti e il nome della formazione.