Triestina: il Bassano strappa lo 0-0

U.S. TRIESTINA CALCIO – BASSANO VIRTUS 0-0 (P.t. 0-0)

U.S. TRIESTINA CALCIO (4-3-3): Boccanera; Libutti, Codromaz, Lambrughi, Pizzul; Porcari, Coletti, Bracaletti (74’ Acquadro); Bariti (86’ Hidalgo), Arma, Mensah. A disp: Miori, Grillo, Aquaro, Maesano, Troiani, Meduri, Celestri, Finazzi, Pozzebon, Keita. All. Nicola Princivalli

BASSANO VIRTUS (4-3-2-1): Grandi; Bortot, Pasini, Bizzotto, Stevanin; Salvi, Botta, Proia (63’ Laurenti); Venitucci (76’ Zonta), Minesso (76’ Gashi); Diop (86’ Fabbro). A disp: Costa, Bonetto, Karkalis, Tronco, Zarpellon. All. Giovanni Colella

ARBITRO: Carella (Bari) ASSISTENTI: Rinaldi (Roma 1) e Yoshikawa (Roma 1)

NOTE: Recupero 0’ e 5’. Ammoniti: Lambrughi (Ts), Proia, Botta (Bas) per gioco falloso, Bizzotto (Bas) e Porcari (Ts) per reciproche scorrettezze. Espulso al 48’ st Princivalli per comportamento non regolamentare

Il rush finale di stagione inizia con un match d’alta classifica in anticipo serale, di fronte alle telecamere di Sportitalia. Al “Rocco” arriva il Bassano secondo della classe, artefice di due mesi alla grandissima frutto di sei vittorie e due pari nelle ultime otto partite. L’Unione si presenta alla partita priva di El Hasni e Petrella, con la prima convocazione per Maudo Keita. Rossoalabardati con modulo invariato, Codromaz al posto di El Hasni e conferma per gli altri effettivi, con Bariti e Mensah sulle corsie a supporto di Arma. Ospiti con qualche assenza e Colella che opta per l’esperienza di Botta in mediana al posto di Zonta. Sulla sinistra Stevanin viene preferito a Karkalis mentre in attacco è confermatissimo Diop, supportato da Venitucci e Minesso.

Gara fin dalle prime battute maschia e condizionata dal terreno di gioco decisamente pesante, le squadre cercano comunque il gioco limitando per quanto possibile le palle lunghe. Primo brivido dopo appena sessanta secondi, su corner dalla sinistra di Coletti, Codromaz svetta sul primo palo anticipando secco Grandi, la sfera però si impenna finendo sopra la traversa. Gli ospiti provano a farsi vedere con un destro dal limite di Diop da posizione defilata, la palla viaggia distante dalla traversa di Boccanera. Bella giocata alla mano dell’Unione al quarto d’ora, il cross arretrato dal fondo di Libutti trova l’inserimento in corsa di Bracaletti il cui destro in corsa viene smorzato da un difensore. Al 18’ ci prova Pizzul dalla media distanza, sinistro velenoso che Grandi non trattiene, il pantano in area piccola salva l’estremo ospite dall’arrivo di Arma permettendogli il recupero della sfera. Al 27’ è ghiotta la chance per Porcari, servito da un cross basso di Bariti dal fondo, il suo piattone mancino dai dieci metri è però troppo chiuso e la grande occasione sfuma. La prima vera risposta ospite porta il Bassano a sfiorare il vantaggio, quando la zuccata di Diop dal dischetto su cross di Venitucci scheggia la traversa. La Triestina si rituffa in avanti e dimostra maggior voglia e continuità degli avversari, sciupando un paio di ghiotte ripartenze e non riuscendo quindi ad impensierire particolarmente Grandi, il Bassano dal canto suo nell’ultimo quarto d’ora rimane di fatto nella propria metà campo badando più a difendersi, si arriva all’intervallo senza recupero e senza reti.

Si riparte con gli stessi effettivi da ambo le parti, appena 2’ per la prima ghiotta palla-gol alabardata, Bariti imbecca benissimo Bracaletti al limite, il suo detsro in solitudine è però ciccato e Grandi blocca facile. Due minuti più tardi una sponda aerea di Mensah non trova per un soffio la correzione vincente di Arma. Gli ospiti si fanno vedere con un pericoloso cross di Proia che non trova compagni pronti, la contesa si mantiene vibrante nonostante le condizioni del terreno. Al 10’ Pizzul inventa un bellissimo spunto personale sulla sinistra bevendosi il diretto avversario, tocco all’indietro per Coletti che dai venti metri calcia però male col destro.

Al 19’ è clamorosa la palla gol confezionata da Arma, imperioso di testa su punizione di Coletti dalla trequarti ma sfortunatissimo, con la sfera che incoccia il secondo palo a portiere battuto, Codromaz successivamente spara alto da pochi passi il tap-in vincente. Colella inserisce Laurenti per Proia, subito dopo un contropiede di Mensah viene concluso di poco a lato col destro dal limite da Bariti. Poco prima della mezz’ora lo stesso Bariti centra teso col mancino, Arma svetta di testa ma indirizza a lato di poco. Subito dopo primo cambio Triestina, con Acquadro che prende il posto di Bracaletti lasciando inalterato lo scacchiere. Un minuto dopo è il Bassano ad operare un doppio cambio, al posto di Venitucci e Minesso entrano Zonta e Gashi.

Al 32’ Arma approfitta di un buon pressing alto di Mensah per provarci dai venti metri col mancino, la sfera viaggia non molto distante dall’incrocio alla destra di Grandi. L’Unione battaglia su ogni pallone uscendo spesso vincitrice nei duelli, si entra nelle battute finali con le squadre che hanno speso molto. A 4’ dal termine dentro Hidalgo per Bariti da una parte, Fabbro per Diop dall’altra. I cinque di recupero vedono subito un episodio dubbio in area, con Arma che reclama invano un mani, per Carella si può proseguire. C’è ancora tempo per vedere il direttore di gara espellere Princivalli, reo di aver cercato di allontanare il massaggiatore ospite che stazionava ingiustificatamente nell’area tecnica alabardata. E’ l’ultimo convulso episodio di una sfida che ai punti premia nettamente la Triestina, combattiva e molto più all’attacco rispetto agli ospiti, che creando una sola vera palla gol e badando a non prenderle, portano via un punto prezioso nel fango del “Rocco”.

Fonte: ustriestinacalcio1918.it